Un articolo di oltre 40 anni fa per capire le radici di Progetto Arte Poli

(da un articolo comparso nella rivista Scena Illustrata, fine anni 60)

“Poli Arte un’industria che rende magico il vetro”

Da una massa informe ed incandescente sbocciano quasi per miracolo fiori foglie frutta” e balzano vivide figure di uccelli e di pesci

[Per leggere tutto l’articolo clicca qui]

Pag3Foto4
Albano Poli disegna una delle sue opere

UNA GRANDE lNDUSTRIA: LA «POLI ARTE»

Nel campo dell’industria e dell’arte del vetro, un posto di primo piano deve essere attribuito alla «Poli Arte » di Verona. Albano Poli il titolare dell’industria stessa, ha iniziato con una lavorazione artigiana, ma ha compreso subito che questo livello artigianale doveva essere superato con largo indirizzo di vedute ed organizzando grandiose operazioni di lavoro e di esperimenti, ha portato il suo complesso ad un livello altamente artistico.

La ricerca accurata, a livello tecnologico, gli ha aperto nuove prospettive di attività e gli ha permesso di inserirsi con forza nel discorso artistico attuale. Ma, per poter cogliere tutti gli aspetti più interessanti di questa evoluzione, è opportuno tracciare una specie di diagramma di come si è giunti ad essa.

Albano Poli ha studiato il vetro, naturale materia prima della sua attività, per trovare una gamma di applicazioni nel campo artistico che superasse il concetto normale di applicazione.

Il fatto artistico, per Poli, è proprio questo: rispettare la natura del materiale e realizzarne le forme con estrema purezza.

LE VETRATE DELLA «POLI ARTE»

Si è dedicato, soprattutto, alle vetrate istoriate e ne ha realizzate di stupende che adornano numerose Chiese della Penisola.

Naturalmente, per la sua realizzazione, ha dovuto creare contatti con artisti di chiara fama: tra lui e questi artisti si è stabilito una specie di dialogo che continua sempre: egli, da accorto industriale non insensibile alle forme dell’arte moderna, ascolta pittori, scultori, architetti e da questo colloquio scaturiscono preziose opere che hanno reso famoso il nome della «POLI ARTE» non solo in Italia ma nel mondo. Le vetrate a cemento, ad esempio, sono state il frutto di questi continui contatti con i tecnici ed hanno creato un legame strutturale fra materiale da costruzione e decorazione. Infatti, le vetrate in vetrocemento finora realizzate hanno dimostrato come si potesse risolvere con impegno e serietà il problema.

Ma vogliamo approfondire il concetto che ha informato la creazione delle vetrate istoriate.

Che cosa sono, in effetti, queste vetrate?

Realizzarle vuol dire approfittare delle aperture offerte dalla trama architettonica per creare una luce di fantasia mediante gradazioni luminose e, così, una successione tonale emotiva.

E’ infatti all’interno di una cattedrale gotica che si comprende appieno quale ruolo giochi la luce filtrante dalle vetrate delle bifore o dei rosoni, vere sorgenti di trasparenti arpeggi rimbalzanti sui colonnati, simili ad una eco che si spegne nelle zone oscure.

La vetrata istoriata, come si è detto avanti, ha avuto in tutti i tempi un esclusivo carattere artigianale e, nel contempo, una natura autenticamente popolare: quando tali requisiti si sono perduti per ricercare, invece, espressioni più raffinate nel tentativo di somigliare in qualche modo alla pittura, rinunciando perfino ai modi più spontanei ed alla essenza più antica, la vetrata istoriata è caduta sempre più in basso nella scala dei valori per giungere a noi ricoperta di sovrastrutture e di modi non suoi nell’interpretare le sue finalità.

Oggi, come nei tempi del suo grande fulgore, la vetrata istoriate ritorna ad avere, spoglia di tutti i caratteri artificiali che l’hanno oppressa, la sua completa autonomia espressiva nello insieme funzionale che la contiene.

Con questo spirito e sulla scorta di questi principii, sono realizzate Ie vetrate nei laboratori della «Poli Arte».

APPLICAZIONI DELLA POLI ARTE

Ma Albano Poli non si è accontentato di raggiungere risultati veramente lusinghieri nel campo delle vetrate. Egli ha dato disposizioni ai suoi collaboratori e tecnici affinchè si potesse arrivare all’accoppiamento tra vetro ed altri materiali come il ferro battuto, il bronzo e l’argento e ne sono derivati dei lavori veramente interessanti, di squisita fattura e di ottimo gusto.

Nel campo dell’arredamento, poi, Poli ha inserito l’applicazione del vetro con “uno studio particolare sulle lampade.

Le nuove forme sono nate da un puro linearismo formale, ben definito sia spazialmente che geometricamente, e nelle sue Opere ha saputo equilibrare sapientemente , forma e materia, rispettando, però, nel contempo, la essenziale natura del vetro.

Un riconoscimento del gusto estetico, funzionale ed artistico Poli l’ha ricevuto alla 34“ Biennale di Venezia nella sezione delle Arti decorative. (1968)

La sua facilità di affrontare il problema della materia, di creare, lo ha portato a realizzare nuove forme di oggetti per studi.

Si tratta di piccoli elementi costituiti razionalmente e geometricamente e che diventano delle vere e proprie sculture.

Poli ha dentro di sé’ idee ben precise che gli consentono di realizzare le sue migliori opere ed egli si avvale di una sua originale impostazione formale che lo porta a considerare ogni elemento dal punto di vista geometrico.

Per Poli la forma ha una sua posizione spaziale come ogni altro elemento materiale e deve esistere generata da rapporti ben definiti.

Inoltre, per la sua «Polli Arte », sta impostando un nuovo indirizzo decorativo architettonico.

I suoi lavori, in sostanza, e cioè vetrate, ferro battuto, lampade, debbono essere inseriti in ambienti che egli stesso vuol risolvere in tutto il contesto architettonico e, come abbiamo scritto più innanzi, i suoi elementi vivono nel rapporto materia-forma, risultando però creazioni artistiche che debbono essere considerare per il loro inserimento in un ambiente

Poli non si è mai fermato, ma ha sentito continuamente il bisogno di evolversi, di creare, di interessarsi a tutto ciò che vi è di nuovo, di moderno, e ciò lo si può desumere da tutte le varie esperienze che ha intrapreso e portato felicemente a termine.

La «Poli Arte» ‘è un’industria che si inserisce perfettamente nella tecnica edilizia del nostro secolo ed anzi, precorrendo i tempi, fornisce l’esatta sensazione di ciò che saranno, in futuro, le costruzioni adibite soprattutto ad uffici ed a grandi complessi commerciali: un’armonica fusione tra vetro e cemento nel senso che non si tratterà più di palazzoni la cui sola caratteristica è di avere immense vetrate per far penetrare luce e sole, ma di complessi architettonici costituenti vere e proprie opere d’arte, ove il vetro, sapientemente lavorato e sistemato, costituirà non solo elemento di utilità ma di alto interesse artistico.

Il complesso di tecnici e collaboratori che circonda Albano Poli, assicura al quest’industria la cui produzione va in Italia e nel mondo, un avvenire luminoso, tanto più che tutti tali collaboratori lavorano con passione e sono pronti a concretizzare le originali ed intelligenti idee dello stesso Poli, idee che daranno, come nel passato e nel presente anche nel futuro, un esempio di ciò che possono la passione, l’estro, la volontà di creare qualche cosa sempre di più nuovo, di più attraente, di più funzionale.

E soprattutto nel campo economico, l’industria della « Poli Arte » ha un peso rilevante.

Numerosi sono i Paesi che fanno giungere le loro ordinazioni di lavori pregiati, ‘per Chiese, Istituti, laboratori ed edifici all’industria veronese, tanto che si può dire che, quasi in tutto il mondo le vetrate, le lampade, le ardite strutture in vetro, gli oggetti di ornamento stanno a rappresentare una valida testimonianza della tenacia, della intelligenza e dell’alta qualità artistica del lavoro vetrario italiano.

Albano Poli merita, quindi, non soltanto l’elogio per le sue squisite realizzazioni ma anche per l’apporto economico che la sua industria reca al nostro Paese.

Se sei interessato a questo argomento o alla realizzazione di vetrate artistiche:

CONTATTA L’AUTORE

Per maggiori informazioni o immagini di vetrate artistiche contemporanee e classiche ma anche di altre bellissime opere d’arte visita il nostro sito: Progetto Arte Poli

oppure visita la pagina facebook Progetto Arte Poli Arte Sacra oppure Progetto Arte Poli Design per nuovi spunti artistici o essere sempre aggiornato riguardo il mondo della vetrata artistica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...