I GRANDI DELLA VETRATA ARTISTICA: János Hajnal

Il 26 agosto 1913 nacque a Budapest János Hajnal (anche conosciuto con il nome italiano Giovanni Hajnal), artista e soprattutto vetratista ungherese naturalizzato italiano, scomparso nel 2010 alla veneranda età di 97 anni.

Presso l’accademia di Belle arti di Budapest fu allievo di due grandi maestri: Vilmos Aba Novák e István Szőnyi: nelle sue opere possiamo vedere la passione per la pittura monumentale del primo e il magistrale uso dei colori del secondo.
Prima della morte di Novak, assieme al maestro, realizzò gli affreschi della Cappella di Santo Stefano a Pannonhalma e del Mausoleo di Székesfehérvár.

All’età di 18 anni viaggia (a piedi!) fino ad arrivare in Italia che deciderà essere, sul finire del secondo dopoguerra a partire dal 1948, la sua seconda patria: un luogo unico e speciale dove potrà coltivare liberamente la propria arte.

In Italia divenne ben presto famoso per le sue vetrate artistiche e per i suoi mosaici, che abbelliscono alcune delle più belle chiese della penisola costruite proprio nel momento di boom economico che caratterizzò l’economia italiana di quel periodo.

Troviamo sue opere ad Avellino, Assisi, Avezzano, Bari, Capri, Catania, Chieti, Firenze, Formia, Frascati, Frosinone, Gaeta, Latina, L’Aquila, Loreto, Milano, Potenza, Prato, San Benedetto del Tronto, Sorrento, Teramo, Udine, Velletri e naturalmente in molte chiese della città di Roma dove visse con la moglie fino alla sua morte.

trasferimento

Chiesa di San Leone Magno in via Prenestina (1952)

  • Chiesa di San Leone Magno in via Prenestina (1952): Hajnal realizza il suo primo grande lavoro, un mosaico di 250 mq nell’abside della Chiesa appena costruita assieme al Rosone e alle Vetrate artistiche.
  • Estero: partecipò alla realizzazione di grandi Chiese e Basiliche come San Paolo del Brasile, a Caracas, a Dublino, in Svizzera, a Palma de Mallorca, in America (Minnesota, Nebraska) e in Canada (Toronto).
  • Roma: Santa Maria Assunta, Santa Maria Goretti, San Pietro e San Paolo all’EUR, Santa Francesca Romana, nonché nei monasteri di Santa Sabina, di Santa Brigitta, nel Collegio degli Scozzesi e nella Cappella Ungherese nel Palazzo dell’Accademia
    d’Ungheria
trasferimento (1)

Chiesa di saletto – UDINE

  • Vaticano: Sala delle Udienze Paolo VI (1971, due vetrate); Cappella Privata del papa Paolo VI (1976, decorazione)
  • Duomo di Milano (1954,1988, vetrate di facciata)
  • Basilica di Santa Maria Maggiore in Roma (1995, rosone di navata centrale)
  • 1992: viene insignito dalla “Croce Media della Repubblica Ungherese”
    1962 e 1975: “Gran Croce dal Presidente della Repubblica Italiana”
Rose window by János Hajnal, Basilica di Santa Maria Maggiore, Roma

Basilica di Santa Maria Maggiore in Roma (1995, rosone di navata centrale)

Se sei interessato a questo argomento o alla realizzazione di vetrate artistiche:

CONTATTA L’AUTORE

Per maggiori informazioni o immagini di vetrate artistiche contemporanee e classiche ma anche di altre bellissime opere d’arte visita il nostro sito: Progetto Arte Poli

oppure visita la pagina facebook Progetto Arte Poli Arte Sacra oppure Progetto Arte Poli Design per nuovi spunti artistici o essere sempre aggiornato riguardo il mondo della vetrata artistica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...